Corso rappresentanti lavoratori per la sicurezza

Categoria corso

Formazione iniziale - RLS

Codice corso

02RL 0201

Codice Fri

140978

Data ed orari

Mar, 11/09/2018 - 09:00 / 18:00
Mar, 18/09/2018 - 09:00 / 18:00
Mar, 25/09/2018 - 09:00 / 18:00
Mar, 02/10/2018 - 09:00 / 18:00

Durata del corso

Corso della durata complessiva di 32 ore, da svolgersi in 4 giornate, comprensive dei test di apprendimento.

Quota d’iscrizione

Iscrizione singola: € 380,00 + iva (€ 463,60)
Iscrizione multipla:
Quota 2 partecipanti Sconto 5%
Quota 3 partecipanti Sconto 10%
Quota 4 partecipanti Sconto 15%
Quota da 5 partecipanti in poi Sconto 20%

Programma

1° appuntamento

Modulo 1: Quadro normativo di riferimento- Docente Ing.Noacco Andrea

- Principi costituzionali (artt. 32, 35 e 41 Cost.) e civilistici (artt. 2087 e 2050 c.c.) presenti nella normativa generale e speciale in tema di salute e sicurezza sul lavoro.
- Principali norme penalistiche di riferimento (artt. 437, 451, 589, 590 c.p).
- Evoluzione della normativa di riferimento: dai decreti degli ann’50 al D.Lgs 81/08.
- Giurisprudenza civile, penale (di merito e di leggittimità) e costituzionale.
- Compiti e responsabilità delle figure aziendali: Datore di lavoro, Dirigente, Preposto e Lavoratore.
- Responsabilità dei progettisti, fabbricanti, fornitori e installatori.
- Consulenti ausilirari del Ddl: servizio di prevenzione e protezione e il suo responsabile, medico competente e rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.
- Sistema sanzionatorio e cenni sugli organi di vigilanza e di controllo.

Modulo 2: Il ruolo dell’RLS - Docente TdP Rodaro Paolo

- La rappresentanza dei lavoratori per la Sicurezza: gli artt. 47,48,49 e 50 del D.Lgs 81/08 e gli accordi interconfederali.
- Le attribuzioni del RLS: il ruolo propositivo e partecipativo, il diritto di informazione, il diritto di consultazione, il diritto di accesso, la riunione periodica, l’obbligo di formazione etc.
- La rappresentanza sindacale aziendale e la rappresentanza dei lavoratori per la sicurezza.
- Gli organismi paritetici: la funzione di soluzione delle controversie.
- Verifica dell’apprendimento

2° appuntamento

Modulo 3 - parte I: Comunicare la sicurezza - Docente Dott.ssa Cecchini Raffaella

- Strategie comunicative: l’importanza della coerenza dei messaggi (capire e usare con efficacia i principi della comunicazione interpersonale; tecniche per la trasmissione efficacie dei messaggi interpersonali).
- La gestione delle riunioni.
- La negoziazione e il ruolo propositivo/consultivo dell’RLS.
- La formazione una strategia vincente per la diffusione della cultura della sicurezza: la comunicazione nella formazione.

Modulo 4 - parte I: La valutazione del rischio - Docente Ing.Noacco Andrea

- La valutazione dei rischi e misure preventive.
- Il processo della valutazione del rischio: principi di base, metodologie, esempi applicativi.
- Programmazione dei provvedimenti tecnici, organizzativi e procedurali

3° appuntamento

Modulo 3 - parte II: Comunicare la sicurezza - Docente Dott.ssa Cecchini Raffaella

- Strategie comunicative: l’importanza della coerenza dei messaggi (capire e usare con efficacia i principi della comunicazione interpersonale; tecniche per la trasmissione efficacie dei messaggi interpersonali).
- La gestione delle riunioni.
- La negoziazione e il ruolo propositivo/consultivo dell’RLS.
- La formazione una strategia vincente per la diffusione della cultura della sicurezza: la comunicazione nella formazione.

Modulo 4 - parte II: La valutazione del rischio - Docente TdP Rodaro Paolo

- La valutazione dei rischi e misure preventive.
- Il processo della valutazione del rischio: principi di base, metodologie, esempi applicativi.
- Programmazione dei provvedimenti tecnici, organizzativi e procedurali

4° appuntamento

Modulo 5: I rischi lavorativi - Docente Ing. Noacco Andrea e TdP Rodaro Paolo

- Problemi di definizione sui fattori di rischio: aspetti normativi.
- I rischi derivanti dall’uso di agenti chimici, biologici, cancerogeni e mutageni.
- Rischio fisico: la movimentazione manuale dei carichi, i videoterminali, il rischio elettrico, il rischio meccanico, il rumore e le vibrazioni, radiazioni ionizzanti e non ionizzanti.
- I rischi “interferenziali” derivanti dalla presenza di ditte appaltatrici/lavoratori autonomi in azienda.
- Il rischio incendio e il rischio derivante dalla presenza di atmosfere esplosive sui luoghi di lavoro.
- Cenni sui rischi derivanti da fattori psicosociali di rischio e sui rischi ergonomici.
- Cenni sulle attrezzature di lavoro, i dispositivi di protezione individuale, la segnaletica di sicurezza.
- Rischi derivanti dalla gestione delle emergenze e primo soccorso.

Test di valutazione intermedi e finale

Alla fine di ogni modulo formativo sarà somministrato un test di verifica dell'apprendimento.

Riferimenti normativi

Corso obbligatorio per tutti i lavoratori che vogliono ricoprire il ruolo di rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.art.37 Dlgs.81/2008

Finalità del corso

Il corso vuole fornire ai lavoratori gli strumenti necessari, tramite un’adeguata formazione ed informazione, per assolvere al meglio il compito di RLS.

Destinatari

Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza in aziende o unità produttive.

Metodologia

Il corso è caratterizzato da una metodologia didattica attiva attraverso lo studio di casi aziendali ed alle esercitazioni di gruppo.i.

Registro

E’ stato predisposto un registro delle presenze per ogni lezione del corso sul quale ogni partecipante apporrà la propria firma all’inizio ed alla fine di ogni lezione.

Dispense

Ad ogni partecipante verrà consegnata dispensa in formato cartaceo, contenente documenti di utilizzo e di lettura utili a completare la formazione conseguita

Verifiche e valutazione

Il corso si conclude con un test di verifica dell’apprendimento somministrato ad ogni partecipante. La somministrazione del test è subordinata alla frequenza di almeno il 90% delle ore previste. Obiettivo del momento di verifica è analizzare l’effettivo trasferimento delle conoscenze e sanare eventuali lacune/necessità di chiarimento sugli argomenti trattati. I test verranno corretti in aula e si riterranno superati con il 60% di risposte esatte sul totale delle domande. Qualora il risultato del test non si ritenga soddisfacente si procederà con colloqui individuali in merito ai chiarimenti necessari.

Attestato

Al termine del corso ogni partecipante riceverà l’Attestato individuale di formazione e di frequenza rilasciato da AiFOS ed inserito nel registro nazionale della formazione. Tale documento sarà autenticato da un numero univoco e dal QR Code automaticamente generato dal sistema Ge.Co. La responsabilità dell’emissione dell’Attestato finale è del Direttore del C.F.A. ed è necessaria per la validazione l’apposizione di firma autografa da parte dei responsabili (direttore CFA, coordinatore, medico, ecc).

Archivio documento presso il C.F.A.

Tutti i documenti del corso, programma, registro firmato dai partecipanti, materiali e test di verifica saranno conservati, nei termini previsti dalla legge presso la sede del CFA che ha organizzato il corso.

AIFOS Soggetto Formatore nazionale

AiFOS quale associazione di categoria nazionale aderente a Confcommercio-Imprese per l’Italia, operante su tutto il territorio nazionale è soggetto ope legis (ai sensi D.Lgs. 9 Aprile 2008, n.81 e s.m.i. nonché ai sensi degli Accordi Stato Regioni) per la realizzazione dei corsi di formazione che ne rilascia gli Attestati.

C.F.A. Centro di Formazione AIFOS

Struttura formativa di diretta ed esclusiva emanazione di AIFOS cui sono stati demandati tutti i compiti amministrativi, organizzativi e di supporto alla didattica ed allo sviluppo del corso (Accordo Stato Regioni del 6.10.2006).

Organismi Paritetici

Ai sensi del D. Lgs. n. 81/2008 e dei successivi accordi Stato-Regioni il datore di lavoro o l’ente di formazione delegato devono mettere a conoscenza l’Organismo paritetico competente per settore e per territorio a seconda della tipologia di azienda della volontà di porre in essere l’intervento formativo.