SGSL certificati: strumenti efficaci per ridurre l’incidentalità

Dalla collaborazione di Inail e Accredia uno studio statistico misura la riduzione degli indici di frequenza e di gravità.

L’“indice di frequenza” degli infortuni si riduce per le imprese certificate rispetto alle non-certificate da un minimo del 14% a un massimo del 41% (differenziando per “tipo di attività economica”); sempre in riduzione è l’“indice di gravità” dell’infortunio: da un minimo del 13% a un massimo del 39%.
Come? Con l’implementazione – da parte delle organizzazioni – di Sistemi di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSL) e Modelli di Organizzazione e Gestione (MOG) certificati: strumenti di adozione volontaria da parte delle aziende che rappresentino, quindi, una presa di coscienza sulla necessità di rendere effettiva l’azione prevenzionale attraverso l’adozione di un approccio manageriale alla salute e sicurezza sul lavoro.

Per portare le evidenze della dirompente efficacia di questi strumenti, Inail e Accredia hanno sviluppato un’imponente ricerca – realizzata utilizzando un insieme di circa 26.000 imprese certificate, un “corrispondente” insieme di non-certificate, e la serie storica degli infortuni accaduti nel periodo 2017-2021 (adeguatamente depurata di outlier) – così da indicare linee strategiche, utili da considerare e generalizzare.

Lo studio “L’efficacia delle certificazioni accreditate per i sistemi di gestione per la salute e la sicurezza sul lavoro”  è disponibile sul sito Inail.