Valutazioni di impatto acustico

Per rumore si intende un suono non desiderato, privo di informazioni utili per l’uomo, che induce sensazioni fastidiose e sgradevoli fino a provocare, in particolari condizioni, effetti sanitari gravi ed irreversibili sia sull’apparato uditivo che sull’intero organismo. Il rumore è oggi il principale fattore di inquinamento di natura fisica e rappresenta un problema di grande importanza economica e sociale sia per il numero dei soggetti esposti che per gli effetti da questo provocati sulla salute umana.

I nostri tecnici sono in grado di intervenire nei vari ambiti del settore inquinamento acustico:

VALUTAZIONI PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO ai sensi della Legge 447/1995:

La Valutazione Previsionale di Clima Acustico ha lo scopo di analizzare il clima acustico di una specifica area territoriale, ossia fotografare dal punto di vista acustico l'ambiente esistente. Si tratta di aree all'interno delle quali dovranno sorgere importanti complessi quali:

  • Scuole e asili nido;

  • Ospedali;

  • Case di cura e di riposo;

  • Parchi pubblici;

  • Nuovi insediamenti residenziali;

  • Aree particolarmente protette;

Tali opere infatti non possono sorgere all'interno di aree acusticamente inquinate.
Pertanto sono effettuate le prove acustiche ante operam, al fine di valutare lo stato di fatto, quindi il clima acustico della zona interessata alla realizzazione dell'opera. Successivamente, mediante calcoli normati, si provvederà alla previsione dell'impatto acustico dell'opera che si andrà a realizzare, sul territorio circostante.

VALUTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO ai sensi della Legge 447/1995

La Valutazione di Impatto Acustico ha lo scopo di verificare la compatibilità dell'opera già realizzata, mediante prove acustiche post operam: in pratica occorre verificare se l'opera/attività produce emissioni sonore nel rispetto della normativa vigente.
Il fine ultimo della valutazione impatto acustico è la tutela della popolazione esposta ad attività rumorose, imponendo, eventualmente, interventi tecnici per ridurre le emissioni sonore.

STUDI DI BONIFICA ACUSTICA

Studio per la verifica di specifici interventi tecnici per ridurre le emissioni sonore.

VERIFICA DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI DEGLI EDIFICI

Il Decreto del 5 dicembre 1997: "Requisiti acustici passivi degli edifici" fissa dei limiti precisi da rispettare per quanto riguarda:

  • isolamento acustico di facciata;

  • potere fonoisolante degli elementi di separazione tra ambienti;

  • livello di rumore di calpestio;

  • rumorosità prodotta dagli impianti tecnologici (impianti di riscaldamento, aerazione e condizionamento; ascensori, scarichi idraulici, rubinetteria).;

Il rispetto dei valori limite dovrebbe essere certificato dal costruttore già in fase di richiesta di concessione edilizia o in fase di collaudo finale.

L’attività consiste nell’elaborazione delle seguenti relazioni tecniche:

  • Relazione previsionale dei requisiti acustici passivi degli edifici.

  • Collaudo in opera dei requisiti acustici passivi degli edifici.

Tutte le valutazioni sono effettuate da Tecnici Competenti in Acustica Ambientale,figure professionali riconosciute dalla Regione e qualificate allo svolgimento delle perizie fonometriche.